Oggi, per la legge del contrappasso, Pierpaolo Capelli (Netti) fa il ristoratore

netti

… riscattando così un passato di fame insoddisfatta.
Netti e Meo si incontrano spesso al bar. Netti – e non è colpa sua – è nata nella Castellaccia, mentre Meo è borghigiano a tutti gli effetti. Fra di loro scoppia spesso una benevola competizione. Ultimamente l’oggetto del contendere era la miseria, e a chi ne aveva patita di più: come motivo di orgoglio, naturalmente. Elencando i vari casi, Netti ha avuto la meglio rievocando un particolare episodio. ” Quand ca s’era un burdel la mi ma l’am geva: nu sta trop a mareina, che dop ut vein fema!” (traduciamo per i nuovi borghigiani: “Quando ero bambino mia mamma mi diceva: non stare troppo a marina, perchè dopo ti viene fame!”

(tratto da “Calendario 2010″, testi Mario Pasquinelli e Giuliano Ghirardelli; caricature Guido Baldini)